Stone Island

I giacconi anni 80

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Stone Island è un marchio di moda italiano molto diffuso negli anni 80 soprattutto tra i paninari. Fu un'azienda molto attiva per la produzione di giacche e jeans.

Il nome venne scelto dopo l'analisi dei vocaboli più ricorrenti nei romanzi di Joseph Conrad: Stone e Island. Il marchio nacque nel 1982 come risultato della ricerca estrema su fibre e tessuti mai utilizzati prima dall'industria dell'abbigliamento, e grazie al genio di Massimo Osti, che rimase alle direzione creativa fino al 1995.

I giacconi realizzati con quella speciale tela che era stata creata, la "Tela Stella", ottennero subito successo e gli anni '80 segnarono una forte crescita del brand. Stone Island resta oggi un marchio di fascia medio-alta, controllato dalla Sportswear Company di Carlo Rivetti.

Carlo Rivetti ricorda così quell'anno particolarissimo:

E’ stato nel 1983 che ho conosciuto Massimo Osti, che un anno prima, in modo quasi casuale, aveva dato vita a Stone Island. Arrivò in azienda un tessuto speciale: una tela di un colore diverso per ciascun lato, utilizzata per realizzare i teloni dei camion. L’effetto era molto interessante ma c’entrava poco con lo stile di C.P. Company. Osti decise di fare con quel tessuto, la Tela Stella, un’operazione particolare e creò una collezione di soli sette giacconi. Il richiamo al gusto militare era molto forte con il famoso badge ispirato proprio ai gradi e alle mostrine militari. La Rosa dei Venti simbolizza l’amore per il mare e per una ricerca costante.

Massimo era almeno dieci anni avanti rispetto al resto del suo ambiente. Amava autodefinirsi un producer piuttosto che uno stilista. Il suo successo confermava che Stone Island non era solo interessante e vendibile, ma anche fedele al suo credo nell’abbigliamento informale. Le sue idee traevano origine dal mondo militare e del lavoro, affiancate da una ricerca tessile senza fine.

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Potrebbero interessarti


Scopri altri contenuti nella categoria Moda e Stili

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Uniform

Il jeans cult degli anni 80

Uniform è un marchio di abbigliamento  A dispetto del nome che tutto sembra tranne che essere del nostro bel paese, il logo ed il nome...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Timberland

La scarpa icona degli anni '80

Timberland nasce da un'azienda di Boston nella seconda metà degli 1950. Nathan Swartz viene assunto come artigiano e ben presto, con lavoro e...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Casio

Il primo orologio digitale da urlo

Gli orologi Casio sono stati un vero must have degli anni ’80, una tendenza che ha reso questi segnatempo, semplici e con poche funzioni, un...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Levi's 501

Il re dei jeans

Nel 1871, a Reno in Nevada, Jacob Davis, un sarto originario della Lettonia, ebbe l'idea di utilizzare dei rivetti in rame per rinforzare i punti di...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Americanino

Il jeans dei Paninari degli anni ’80

Alla fine degli anni settanta Adolfo Bardelle, autista di ambulanze all’ospedale di Chioggia, fondò, assieme ai soci Eugenio Schiena e...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Espadrillas

Le scarpe estive leggere e coloratissime!

Le espadrillas sono normalmente scarpe basse, ma spesso anche col la para alta, provenienti dalla Spagna, con forti legami storici con le regioni...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Valsport

Le scarpe col... boomerang

Con un boomerang come logo, nel 1920  viene fondata da Antonio Valle  l'azienda Valsport . Oltre alla fabbrica viene...

© Le immagini potrebbero essere soggette a copyright

Ray Ban

I Wayfarer di Dan Aykroyd o gli Aviator di Tom Cruise?

Ray-Ban è un marchio di occhiali da sole e da vista progettati per gli aviatori dalla Bausch & Lomb. Attualmente è di...

Leggi la Privacy Policy

Registrazione non attiva